Ali tarpate, Annamaria Tanzella

A chi ha a che fare con il mondo della letteratura, a chi vuole scrivere, a chi non riesce a fare a meno di battere sui tasti del computer tutto ciò che gli viene in mente, sarà capitato di essere convinto di avere per le mani una storia incredibile. Quale? Ma è chiaro! La storia della nostra vita, o almeno di un periodo, che riteniamo perfetto per finire in un libro. Allora cominciamo a buttare giù qualche riga, qualche pagina, ma poi scopriamo che l’interesse non era poi così tanto, che la storia, tutto sommato, risulta pure un po’ banale… Insomma, alla fine rinunciamo.
Questo per fortuna non è il caso di “Ali tarpate”, libro d’esordio di Annamaria Tanzella. Non è scritto esplicitamente, ma leggendolo è chiaro che si tratta di un libro autobiografico. È la storia, ambientata nei primi del Novecento, di Clarissa, che vive nel meridione d’Italia. Sono i fatti che parlano, e ci narrano di un meridione convinto che la disgrazia economica sia sempre meritata, ma ci narrano anche del desiderio di rivalsa economica e sociale, specie nella donna. Ed è proprio Clarissa, alle prese con un padre autoritario, prima, e con un marito debole, poi, che deve sobbarcarsi il peso di tutto, tappare buchi, appianare difficoltà. Lo stesso comportamento l’aveva avuto anche la madre, ma Clarissa ha un carattere più forte, e il mutare dei tempi un po’ l’aiuta.
Il romanzo si affolla di storie e personaggi: Filippo, il fratello minore di Clarissa, e la sua storia d’amore con Celeste; Claudio, il fratello maggiore di Clarissa; Marianna, la figlia di Clarissa.
Probabilmente la narrazione un po’, mi si passi il termine, ampollosa, risente di letture e gusti letterari per gli autori del passato. A seconda dei gusti, potrà quindi essere considerato o un pregio o un difetto. Un difetto, almeno dal mio punto di vista, sono i commenti moralistici dell’autrice attraverso la voce narrante. Altra cosa: il voler spiegare alcune usanze dell’epoca, in modo scolastico, risulta pesante e inutile. Alcune cose non devono essere spiegate. Il lettore si sente trattato come uno scolaro che ascolta la lezione della maestra.
Nel complesso il libro è un atto d’accusa, un voler esplicitare le condizioni di vita della donna nel meridione di quegli anni: le “ali tarpate” appunto.

Annunci

Tag:, , , ,

7 responses to “Ali tarpate, Annamaria Tanzella”

  1. Annamaria says :

    Cara Chiara, ti ringrazio per la recensione, credevo di dover attendere ancora. La storia è un intreccio di vicende ascoltate e riascoltate, sin dalla mia infanzia, infatti il titolo era nei miei pensieri ancora prima che incominciassi a scrivere. Tu dici che il lettore si sente come uno studente, invece per altri la narrazione è piaciuta proprio perchè si son sentiti portati per mano, appassionandosi sempre di più.
    Il romanzo, nello stile alcune volte, si rifà ai grandi classici che sono quelli che amo e sento dentro di me. E’ un genere azzardato, non ho dubbi, ma la moderna narrazione zeppa di epiteti poco rispettosi e di volgarità a tutto campo non fanno per me. Ognuno ama il suo genere, è giusto che sia così. Devo dire che coloro che hanno letto “Ali tarpate”, con occhi lucidi mi hanno chiesto: “Quando il prossimo?” Il secondo romanzo
    l’ho sto trasferendo al computer, e già… scrivevo a mano. Non mi aspetto gloria o chissà che, lo faccio perchè amo le parole nella loro essenza e per me appartarmi e scrivere è il momento più bello della mia giornata, quando la fantasia galoppa. Accolgo i tuoi consigli, è bello riceverli: solo così ci si migliora. Un abbraccio, Annamaria.

  2. Chiara says :

    Beh Annamaria, era un po’ che il tuo libro figurava tra quelli in lettura 😉 Lieta comunque di averti sorpreso.
    Hai ragione, i consigli ci aiutano a migliorare.
    Non mi resta che farti un grosso in bocca al lupo per il romanzo che stai ultimando e, se mi permetti, un consiglio da amica: non avere fretta. Una volta terminato chiudilo in un cassetto per qualche settimana, poi rivedilo più volte. Le revisioni, anche se noiose, sono utilissime.
    Un abbraccio anche a te.

  3. Annamaria says :

    Al secondo romanzo ci sto lavorando da due anni e non ho ancora terminato. Quando terminerò di batterlo totalmente, dovrò fargli la terza revisione: più lo rileggo e più trovo imperfezioni. Ricordo che nella stesura di “Ali tarpate” furono fatte tre stesure cartacee , alla fine dissi stop. Credo che rileggendosi, almeno per me, non si è mai soddisfatti. Io non ho fretta: ho atteso una vita. Questa passione la coltivo da ragazza ed ho potuto realizzarla quando i tempi erano quelli giusti per me, quando la mente si è liberata dagli impegni
    che erano inderogabili. A presto, Annamaria.

  4. Luigi says :

    Se mi è consentito, faccio mia la recensione dell’amica Chiara, nel senso che ne condivido appieno il giudizio e la visione globale.

    Si tratta di un lavoro interessante e ben scritto, certo forse distante da certi trend di mercato, ma del resto non credo che Annamaria coltivi velleità “da classifica”… 🙂

    Semmai, per il futuro, proverei a sfrondare, se possibile, una certa vena moraleggiante che può nuocere all’impatto d’insieme – che, ripeto, è più che valido.

    Mi unisco anch’io al coro di chi attende la prossima opera della nostra Annamaria! 🙂

    LM

  5. Annamaria says :

    @ Luigi.
    Ti ringrazio per gli apprezzamenti e terrò conto anche dei tuoi suggerimenti.
    Nella seconda opera molti passaggi, a volte ampollosi, sono stati ridimensionati, non discostandomi dallo stile che amo.
    Ringrazio per l’attesa e spero di non deludervi.
    Un caro saluto,
    Annamaria.

  6. Laura Costantini says :

    Il libro e’ nella mia libreria in attesa di lettura. Spero di affrontarlo prima della fine dell’estate e produrre, a mia volta, una recensione da postare sul nostro blog.
    Laura

  7. Annamaria says :

    Cara Laura è un piacere per me sapere che il mio libro è in attesa nella tua libreria. Attendo con ansia di leggere la tua recensione pubblicata sul tuo blog. Qualunque tuo giudizio sarà da me apprezzato e sarà gratificante. Come non potrei… una scrittrice di vecchia data come te ha da darmene di suggerimenti e di consigli! Ti auguro di trascorrere un agosto sereno, buona giornata Annamaria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: