Dalle prime battute

Lucio battisti, 9 settembre 1998 – 9 settembre 2008

Dalle prime battute riconosce il posto
ridente labbriforme costa
ilare quando vede scendere
l’umorista turista
che alle prime bracciate dell’orchestra
riconosce il posto.
Dai primi segni di vita e alla vista
dell’insigne pietra mistica,
ad un attento esame superficiale
riconosce l’artistica
località banale.
Tu come scendi dal predellino
t’informi sui movimenti del mattino
l’entrata dell’ossigeno
e il preserale andantino
e su chi mai diriga
dal braccio abile e il viso impronunciabile
uscirai all’aperto così come ti trovi
senza nessun preavviso
come la faccia di un dado
che abbia una probabilità sola su sei
su come sei
o come le altre cinque
di cui una la più opposta
e quella più nascosta
è quella che tiene i piedi in terra
e sulla quale poggi.
Che tempo fa oggi
dici guardando attorno sapendo
che fa un tempo ogni giorno.
Sul predellino sali
sapendo che durano soltanto i finali
e tutti i posti intanto
prima dei saluti dici tu
sono loro i turisti
e per finire non esistono più.
Ti sta partendo la cartolina
da te si ritaglia il fine rettangolino.
Sfogliate ti salutano
le tue vedute dissuase
tornate verso casa
di contro un limpido smalto così incrinabile

Ciao Lucio

P.S.: E ora, per chi ancora non lo avesse capito, è svelato anche da dove arriva il nome del mio blog.

Annunci

Tag:, ,

6 responses to “Dalle prime battute”

  1. Marmott79 says :

    E per finire non esistono più… qualunque cosa facesse, vivere o cantare, sembrava sempre che lo facesse esclusivamente per se stesso. Era questa la magia.

  2. Giuseppe Iannozzi says :

    Album bianchi. Sono quelli che amo maggiormenti di Battisti/Panella. Per me i migliori in assoluto: Battisti aveva già negli anni Ottanta anticipato un modo di fare musica, adesso assai in voga. Con Mogol mi piace, ma è ancora troppo parrocchiale. Il vero talento di Battisti compositore non è quello della sola chitarra, è invece quello negli album bianchi. Ottima scelta, Chiara. Adoro la musica di Battisti negli album bianchi e adoro la poesia perfetta di Panella, mentre quella di Mogol è troppo convenzionale. O parrocchiale.

    Smaaackkk

    Beppe

  3. Chiara says :

    BEPPE: Panella non si discute. I suoi testi, non facili da capire, vanno ascoltati e riascoltati, assaporati parola per parola, per poi stupirsi e perdersi nella loro bellezza. Concordo pienamente con te: con Mogol la musica di Lucio è arrivata a tutti, ma Panella l’ha reso un MITO.
    Smack… Smack… Smack 😀

    P.S.: quando mi santifichi? 😉

  4. Giuseppe Iannozzi says :

    Panella è un poeta. Mogol un canzoniere, ottimo, non dico di no. Però Panella è un poeta, ragion per cui naturale che i suoi testi non siano di presa immediata. Ma testi a parte, gli album bianchi hanno rivelato un Lucio Battisti d’avanguardia: perché sino ad allora la musica italiana era soprattutto di chitarra batteria e basso, di pochi e poveri mezzi. Abbiamo così la techno music, o meglo la musica elettronica, che in Italia era allora vista come eresia. Pochi i cantanti, anche stranieri, che con la musica elettronica riuscivano a sfondare: basti ricordare a tal pro i due maggiori esponenti, dei giovanissim Depeche Mode e i più raffinati Pet Shop Boys.

    Se non ho una foto di te è difficile che riesca a santificarti. ^___^ Su che lavoro?

  5. Giuseppe Iannozzi says :

    Ops! Ho schiacciato invia troppo presto. ^___^

    Se mi dài una foto, bella miciona, ti santifico sì.
    Avanti. Avanti. Avanti. 🙂

    Bacioni con lo schiocco

    Beppe

  6. Chiara says :

    Beppe: Concordo in pieno con tutto ciò che hai detto 🙂

    La foto della miciona te l’ho appena spedita 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: