L’estate di Montebuio, Danilo Arona

L'estate di MontebuioTitolo: L’estate di Montebuio

Autore: Danilo Arona

Casa Editrice: Gargoyle Books

Formato: Brossura

Prezzo: 13,50 €

ISBN: 978-88-89541-32-6

Pagg. 482

La trama. Nei primi giorni di gennaio del 2008, dalle acque gelide di un torrente sulla cima del Monte Buio, presso l’Appennino ligure, emerge il cadavere mummificato di una ragazzina scomparsa da diversi decenni seminando sgomento tra i pochi abitanti rimasti a vivere nell’omonimo piccolo borgo, sito ai piedi del monte. Le indagini vengono affidate a un carabiniere e un anatomopatologo che, in breve tempo, collegano la raccapricciante scoperta al suicidio del famoso scrittore horror Morgan Perdinka, avvenuto un mese prima nel suo loft di Milano.

L’inchiesta procede a cerchi concentrici: all’infittirsi di inquietanti coincidenze e macabri delitti, si sovrappongono, sapientemente combinati, percorsi introspettivi affidati a più voci che trovano il proprio culmine in un inquietante evento avvenuto nel lontano 1963. Il Male irrompe tumultuoso da un passato lontano trasbordando tutta la sua antica energia. Assoggettate al suo inesauribile flusso umanità appartenenti a secoli diversi della storia, tutte parimenti irretite in un dramma collettivo che sembra destinato a ripetersi all’infinito.

Ma Morgan Perdinka voleva davvero morire? O il suo gesto è stato semplicemente funzionale alla scoperta di una verità che non poteva trovarsi se non approdando in un mondo altro?

Benvenuti nello spazio quantico dove il tempo non ha più alcuna importanza e il Male è più reale che mai.

Il libro. Una sontuosa e apocalittica rappresentazione del Male – all’insegna di shock visivi e reminiscenze di antichi folclori locali – si fonde a un feroce e autentico anticlericalismo e a una satira “sgarbata” dell’ambiente letterario italiano in una storia carica di suggestioni.

Un intenso horror metafisico, che è anche una riflessione attorno all’ingegno e alla difficoltà dell’artista di separarsi dai propri mondi creativi con il rischio di restarne soggiogati non distinguendo più tra realtà e finzione.

L’autore. Nato ad Alessandria nel 1950, Danilo Arona è laureato in filosofia con indirizzo psicanalitico. Saggista, critico cinematografico e letterario, scrittore, giornalista e chitarrista, dal 1978 a oggi, ha firmato oltre venti titoli tra saggi di cinema, inchieste sul lato oscuro del sociale e romanzi horror. Nella sua produzione più recente spiccano: L’ombra del dio alato, La stazione del dio del suono, Palo Mayombe, Cronache di Bassavilla, Black Magic Woman, Finis Terrae, Melissa Parker e l’incendio perfetto, Santanta, Pazuzu e La croce sulle labbra. Interessato a dimostrare che l’Italia è uno dei più vasti contenitori mitologici del pianeta, nella sua narrativa Arona un personale concetto di horror autoctono, legato alle paure del territorio

Il libro verrà presentato nell’ambito della manifestazione “Roma si libra” – La Festa dell’editoria Romana

giovedì 2 luglio 2009

Roma, Piazza del Popolo, ore 20, stand. n. 22

Assieme all’autore, interverranno Gianfranco Franchi e Angelica Tintor

Da L’estate di Montebuio:

Nessuna allucinazione, nessun incubo visualizzato nelle notti più cupe della storia dell’umanità, poteva paragonarsi a quella massa nera che nascondeva il cielo. La sua vista paralizzava le membra. Nessuno accennava a fuggir via. In parte per effetto dell’unica volontà che li animava collettivamente, in parte per la bellezza ipnotica e sublime dell’orrore. In quel modo non si resero conto di essere destinati a essere al contempo cibo e vittime sacrificali.

Dalla prefazione:

Ne L’estate di Montebuio, Arona non si limuta a incasellare la narrazione in un complesso sistema di scatole cinesi, ma mette in forse la struttura stessa della realtà.

Nel suo universo quantico niente è “qui ed ora”. […]

Hanno detto:
Asso del thriller, maestro della suspense, tessitore di trame labirintiche, chitarrista d’eccezione, investigatore dell’occulto, affabulatore senza uguali, profeta del lato oscuro.

Troppa carne al fuoco per Danilo Arona? In realtà troppo poca.

Alan D. Altieri

È difficile non cedere, come fa Danilo Arona, al sortilegio dell’oscurità in cui releghiamo il terrore della morte e della perdita, al richiamo di quella twilight zone che ha ormai preso pieno possesso anche del soggiorno di casa.

Ombretta Romei – PULP

Dietro ai libri di Danilo Arona, c’è ricerca, creatività, innata capacità di suggestionare e sorprendere. Arona appartiene a un filone autoriale e “antagonista” che non è quello per teenager imbottite di MacDonald, suonerie del cellulare e pruderie morbosa.

Alex McNab – Il blog sull’orlo del mondo

Uno scrittore di talento che dalla provincia, da sempre osservatorio privilegiato di realtà oscure, sembra sia riuscito a trovare la porta segreta che comunica con altre dimensioni.

Daniela Catelli

Per saperne di più:

Il sito di Danilo Arona

L’intervista a Danilo Arona

Tag:, , , , ,

4 responses to “L’estate di Montebuio, Danilo Arona”

  1. Beppe says :

    Ho poche parole?
    Mi devo fidare?
    L’hai letto, tu, My Personal Groupie?

    Non mi fido granché – diciamo pure che non mi fido proprio per niente di Arona e Altieri. Se mi assicuri che è bello, allora… E’ che non ho una grande opinione di Altieri e quel commento di Altieri mi fa strabuzzare gli occhi di brutto.

    Bacioni, My Personal Groupie

    Beppe

  2. Chiara says :

    Caro Beppe,
    non ti posso assicurare nulla perché il libro è appena uscito ed io ne ho lette solo poche pagine. Il mio vuole essere solo un lancio per il nuovo libro e per la presentazione dello stesso che si terrà la prossima settimana.
    Mi riprometto di leggerlo, ovviamente.
    Ma come ti ho già detto sono alle prese con l’Inferno di Dante e al suo interno ho lasciato tutte le mie speranze😦 Quando riuscirò a riveder le stelle leggerò il libro di Arona e poi non mancherò di parlarne. Solo allora potrò dirti se fidarti o meno di me ^__^

    SMAAACKKK!!!!

  3. Beppe says :

    Uhm, se non l’hai letto, allora… allora aspetterò che tu esca dall’Inferno dantesco affinché abbia poi tempo d’immergerti in quello di Arona e dirmene più nel dettaglio. Non ti preoccupare, io posso aspettare e credo anche Arona. Adesso concentrati su Dante: ma Virgilio non ti fa da guida? Maledizione! Da quando c’è Google nessuno se lo fila più a Virgilio, roba da perdere il filo di Arianna. Credo bene che non sei ancora riuscita a venirne a capo con un bel Yahoo!

    No, ti prego, My Personal Groupie, non ho fumato.😀 E’ solo che cercavo di strapparti un sorriso anche se io non son buono a stamparmi il sorriso in faccia. Diciamo che sono una faccia naturalmente imbronciata che fa ridere.😀

    Non è possibile che mi si monti la testa
    Sono pelato, più pelato d’una palla da bowling
    E’ che una volta tanto mi piacerebbe sentirmelo dire
    che nonostante tutto sì, sono un gran figo
    Ma è evidente che mio destino è quello d’essere
    quel che sono, un orsetto con il faccino imbronciato

    Non so perché, ma la faccia che mi viene naturale
    è quella che tutti possono vedere, per fortuna non imitabile
    Tu pensa se chiunque potesse andarsene in giro
    con la mia stessa espressione! Si starebbe tutti meglio
    E ti assicuro che non è presunzione, o forse sì;
    però sono un bravo ragazzo vecchio stile
    e non ho mai fatto male a nessuno, direi che conta
    qualche cosa, sì o no?😀

    Un grande bacione e non studiare troppo😉

    Beppe

  4. Beppe says :

    E’ che sono un comico involontario.🙂 E direi incompreso. Ma un giorno anche io finirò tra quelli “che nel loro piccolo s’incazzano”.😀

    Dimmi, in che girone ti trovi adesso?
    Hai perso la bussola?
    E dimmi: c’è Bill Gates da qualche parte laggiù?

    «Pape Satàn, pape Satàn aleppe!»,
    cominciò Pluto con la voce chioccia;
    e quel savio gentil, che tutto seppe,

    disse per confortarmi: «Non ti noccia
    la tua paura; ché, poder ch’elli abbia,
    non ci torrà lo scender questa roccia.»

    Attenta Bimba, attenta…😀

    Un forte forte abbraccio anche se fa caldo tanto tanto…🙂

    Beppe

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: