“L’estate di Montebuio” di Danilo Arona – La presentazione

3683735905_078fc8519cIeri sera, 2 luglio, si è tenuta a Roma, all’interno della manifestazione Roma si Libra, la presentazione dell’ultima fatica di Danilo Arona. Mai come in questo caso si può, e si deve parlare di fatica, a cominciare dal viaggio che l’autore ha dovuto sopportare per arrivare a Roma. 10 ore di treno causate dall’inevitabile deviazione della linea causa disastro alla stazione di Viareggio – e quella era già prevista – ma anche un altro piccolo deragliamento e un paio di suicidi. Ieri sera, prima della presentazione, eravamo in molti a suggerirgli di scrivere un nuovo libro sulla scorta delle emozioni della giornata…

Disastri ferroviari a parte, e l’inevitabile slittamento in avanti dell’orario della presentazione, alle 22 precise, un Danilo Arona in ottima forma, ironico e beffardo, ha intrattenuto per un’ora coloro che erano venuti a sentirlo raccontando la genesi di “L’estate di Montebuio“, di come, in realtà, quest’ultimo romanzo sia da ritenersi per un buon 70% autobiografico e per il rimanente 30% opera di fantasia.

La macchina da scrivere, protagonista assoluta della copertina del suo ultimo romanzo, in realtà è anche, sotto certi aspetti, la protagonista del romanzo. Una vecchia macchina da scrivere, come quella che un Danilo Arona dodicenne, usava di nascosto mettendo nero su bianco le sue prime pulsioni di un’estate trascorsa a Montemaggio/Montebuio, un piccolo paese che contava e conta tuttora 32 abitanti.

Danilo non ha parlato solo del libro, ma anche delle sue passioni oltre la letteratura. Che sia anche un musicista, probabilmente già molti di voi lo sanno, ma abbiamo scoperto che si diverte anche a fare il Ghostbuster negli innumerevoli castelli, soprattutto nel suo Piemonte, tutti rigorosamente infestati da strane presenze.

Insomma, il tempo è letteralmente volato. Quando Danilo ha dovuto chiudere la presentazione, per problemi di tempo (non suo ma dell’organizzazione. In effetti fa terminare una manifestazione estiva alle 23 forse è un po’ troppo presto!), è rimasta in me, ma forse anche nelle altre persone presenti, il desiderio di continuare a sentire Danilo raccontare.

Qui trovate le foto della serata.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: