Archivio | Arte RSS for this section

Pietro Bembo e l’invenzione del libro tascabile

PIETRO BEMBO E L'INVENZIONE DEL RINASCIMENTO

Padova, Palazzo del Monte di Pietà
Piazza Duomo, 14

Dal 29 aprile, la mostra è aperta anche di lunedì: 9.00-19.00
Da lunedì (a partire dal 29 aprile) a giovedì: 9.00-19.00
Venerdì: 9.00-20.00
Sabato: 9.00-21.00
Domenica: 9.00-20.00

Se vivete a Padova, se vi trovate in città per qualche motivo, se volete fare una gita culturale, fino al 19 maggio potete cogliere l’occasione per visitare una mostra molto interessante. Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento. La mostra riunisce le opere degli artisti che Bembo preferiva, di cui era amico, mentore e talvolta complice. Sono opere che Bembo aveva riunito nella sua casa di Padova dando vita al primo Museo del Rinascimento.

Ciò che affascina della mostra, a mio avviso, è la presenza di libri antichissimi usciti dalla storica tipografia di Aldo Manuzio. C’è addirittura la prima copia stampata della Divina Commedia di Dante Alighieri. Continua a leggere…

Annunci

Ancora Giotto e il Diavolo

Potrebbe trovarsi non solo ad Assisi… Qualcuno pensa di averlo visto altrove.

 

Giotto e il Diavolo…

C’è chi ha pensato di scrivere una storia incredibile…

Henry Cartier-Bresson: Classics

trumancapoteTruman Capote by Henry Cartier-Bresson

Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. È porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore. È un modo di vivere. (da Henri Cartier-Bresson, Contrasto, 2004)

Il bello di vivere a Roma è che c’è sempre qualche mostra interessante da vedere. Basta trovare il tempo e capire a quale dare la precedenza per evitare di perdere ciò che interessa. Tra i miei interessi c’è anche la fotografia, e quando mi si offre l’occasione di vedere l’opera di un grande maestro non me lo faccio sfuggire. È quello che è successo con la mostra dedicata a Henry Cartier-Bresson. La mostra dedicata all’artista francese si tiene presso l’Istituto Shenker. A 100 anni dalla nascita di Henri Cartier-Bresson lo Shenker Culture Club di Roma, in collaborazione con Photology, celebra questo maestro della fotografia con una speciale esposizione di sue opere, presentata insieme all’anteprima editoriale “Henri Cartier-Bresson. Biografia di uno sguardo” di Pierre Assouline, libro edito nella versione italiana da Photology. Non è un’esposizione molto estesa: Classics – questo il nome – riunisce 14 originali firmati in margine ad inchiostro dall’autore, tra cui:

  • At the Curragh racecourse, Dublin 1952
  • Alicante, Spain 1932
  • Calle Cuauhtemocztin, Mexico, 1934
  • Seville, Spain 1933
  • Quai Saint Bernard, Paris 1932
  • Henri Matisse, Vence, France, 1944
  • Sifnos, Grèce 1953
  • Rue Mouffetard, 1954
  • On the Banks of the Marne, 1938
  • Hyéres, France, 1932
  • Santa Clara, 1934

Foto che ritraggono scene di vita quotidiana, immagini crude di vite emarginate, luoghi colpiti dalla guerra. Tutte le foto, ma è la caratteristica di Cartier-Bresson, sono in bianco e nero. Ben testimoniate dall’esposizione, nonostante il numero limitato di immagini alcune tra le caratteristiche più importanti del Maestro: le armonie di forme geometriche, chiaro-scuri impeccabili, piccoli particolari che rendono immediatamente riconoscibili le foto di questo grande artista.

HENRY CARTIER-BRESSON
The eye of the century: l’occhio del secolo. Questo è l’appellativo con cui viene ricordato Cartier-Bresson, il fotografo che ha immortalato il ‘900 in tutti i suoi aspetti. Ma oltre ad avere immortalato un secolo, Cartier-Bresson ha gettato anche le basi della moderna fotografia e del fotogiornalismo. Insieme ad un gruppo di amici, del calibro di Robert Capa, David “Chim” Seymour, George Rodger e William Vandivert, fonda la Magnum Photos, destinata a diventare la più importante agenzia fotografica del mondo.

Per chi voglia approfondire l’opera di questo maestro è anche possibile acquistare il volume edito in Italia da Photology, “Henry Cartier-Bresson. Biografia di uno sguardo” di Pierre Assouline.

Shenker Culture Club – Piazza di Spagna 66, Roma
Dall’11 dicembre al 28 marzo 2009
dal lunedì al venerdì,
dalle 10:00 alle 19:00
sabato dalle 10:00 alle 13:00
Chiuso domenica
Ingresso libero

Evento realizzato in collaborazione con Photology
Con il patrocinio del Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali

Per saperne di più:
www.shenker.com
www.photology.com
http://www.henricartierbresson.org/index_en.htm
Tête à Tête: Ritratti di Henri Cartier-Bresson
Henri Cartier-Bresson / Quando la Fotografia diventa Arte