Tag Archive | Padova

Pietro Bembo e l’invenzione del libro tascabile

PIETRO BEMBO E L'INVENZIONE DEL RINASCIMENTO

Padova, Palazzo del Monte di Pietà
Piazza Duomo, 14

Dal 29 aprile, la mostra è aperta anche di lunedì: 9.00-19.00
Da lunedì (a partire dal 29 aprile) a giovedì: 9.00-19.00
Venerdì: 9.00-20.00
Sabato: 9.00-21.00
Domenica: 9.00-20.00

Se vivete a Padova, se vi trovate in città per qualche motivo, se volete fare una gita culturale, fino al 19 maggio potete cogliere l’occasione per visitare una mostra molto interessante. Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento. La mostra riunisce le opere degli artisti che Bembo preferiva, di cui era amico, mentore e talvolta complice. Sono opere che Bembo aveva riunito nella sua casa di Padova dando vita al primo Museo del Rinascimento.

Ciò che affascina della mostra, a mio avviso, è la presenza di libri antichissimi usciti dalla storica tipografia di Aldo Manuzio. C’è addirittura la prima copia stampata della Divina Commedia di Dante Alighieri. Continua a leggere…

Annunci

Booktrailer di “Sotto un altro cielo”

E se non ho un Kindle?

La notizia dell’apertura del Kindle Store Italiano, ieri, ha avuto l’effetto di una valanga che travolge tutto e tutti.

Oggi, a mente fredda, mi viene spontaneo pensare a tutti coloro che non hanno un Kindle o la sua applicazione. C’è una buona notizia anche per voi. Anzi, in tempi di crisi come quelli attuali e con l’avvicinarsi del Natale, potremmo dire che c’è un regalo per voi.

Volete acquistare uno dei miei ebook, o anche entrambi? Scusate, ma devo pur portare l’acqua al mio mulino… Insomma, se vi iscrivete al sito di Semplicissimus, lo store dove potete trovare i miei ebook in formato epub, avrete un buono del valore di 3 euro per i vostri acquisti. Come dire: comprate due e pagate uno.

Se la cosa vi interessa ecco dove andare per l’acquisto:

SOTTO UN ALTRO CIELO

JULIAN ASSANGE NEMICO PUBBLICO NUMERO UNO

“Sotto un altro cielo”: intervista all’autrice

GraphoMania, il blog della casa editrice Graphe.it, ha intervistato l’autrice del racconto “Sotto un altro cielo“, uscito in ebook il 26 novembre. Di seguito un estratto dell’intervista.

Chiara Perseghin è autrice per la collana eTales di Sotto un altro cielo, un racconto ricco di suggestioni, a metà strada tra il thriller e il mistery, che potrebbe piacere ai tanti estimatori di Dan Brown. Le abbiamo rivolto qualche domanda.

Come è nato il tuo racconto, sulla scorta di quali suggestioni?
Cominciamo col dire che sono di origini padovane, ma, come succede a molti, non conosco a fondo le bellezze artistiche della mia città. Un paio di estati fa, durante una mia breve permanenza a Padova, mi sono recata a visitare la Cappella degli Scrovegni, uno dei capolavori di Giotto. Aveva subito un restauro qualche anno fa ed ero curiosa di vedere il risultato. Sono rimasta strabiliata, e tornata a Roma ho cominciato a ipotizzare un racconto ambientato proprio agli Scrovegni. Una sorta di omaggio alla mia città.

Hai svolto delle ricerche prima di dedicarti alla scrittura del testo?
Era indispensabile. Da qualche tempo mi frullava per la mente l’idea di un racconto “demoniaco” e la sfida di poterlo ambientare agli Scrovegni mi stuzzicava. Ho fatto parecchie ricerche sulla storia della Cappella e mi sono trovata immersa in un mare di notizie che sembravano perfette per il mio racconto. L’ipotizzata presenza di presunta porta in punto diverso da dove si trova quella attuale, la realizzazione di una visita guidata virtuale con… Beh, non posso andare oltre, svelerei troppo del mio racconto!

L’intera intervista la trovate qui.

Giotto e il Diavolo: svelato il mistero?

Esce oggi per collana eTales della Graphe.it Edizioni, “Sotto un altro cielo” di Chiara Perseghin, un nuovo racconto in eBook multiformato.

In una torrida notte d’estate il professor Guido Meneghin riceve una telefonata da un personaggio misterioso, Samuele Malpas, che gli offre la direzione dei lavori per il restauro della Cappella degli Scrovegni a Padova. Meneghin accetta, e dai restauri emergerà una sensazionale e pericolosa scoperta…

Per scoprire cosa troverà Meneghin scarica il racconto.

“ATTENTATO IMMINENTE” di Antonella Beccaria e Simona Mammano

Nella primavera del 1969 l’ennesima azione terroristica all’Università di Padova fa partire una nuova indagine. A coordinarla è un commissario di polizia, Pasquale Juliano, il capo della squadra mobile, che arriva a individuare un nucleo di estremisti neri che traffica in armi ed esplosivi. Ma i neofascisti gli preparano una trappola: Juliano si vedrà così scippare l’inchiesta, che verrà insabbiata, e finirà sotto processo accusato di aver costruito le prove contro i terroristi. Gli occorreranno dieci anni per dimostrare la sua innocenza, ma nel 1979, quando sarà assolto da tutti i capi d’imputazione, la stagione delle bombe avrà quasi concluso il suo tragico corso.